Che differenza c’è tra una milizia e un esercito?

Di Vanessa Tomassini.

L’11 aprile 2019 abbiamo visitato il centro di detenzione di Firka al-Hula, a Zawiya, gestito dalla prima forza di supporto di cui il ministro dell’Interno del Governo di Accordo Nazionale (GNA), Fathi Pashaga, ha chiesto la ricomposizione, dopo gli scatti diffusi in rete che immortalano il comandante Mohammed al-Barhoni, già ricercato per terrorismo dal procuratore generale libico, mentre umilia un pilota del Libyan National Army (LNA), catturato, spogliato dei pantaloni, e preso per le orecchie. Lo scorso aprile, ci siamo seduti al tavolo con Barhoni e i suoi uomini. Ecco l’audio inedito della conversazione con il capitano Ayoub, incaricato da Barhoni di rispondere alle nostre domande, e la relativa traduzione in italiano.

-Non c’è problema, siamo qui per conoscere la tua opinione. Non sono venuta qui a fare propaganda per i prigionieri. Vorrei sapere la tua opinione
-Si si
-Cosa pensi? Non potete lavorare con Haftar affatto? E sei sicuro che a Tripoli non ci sono terroristi…
-No, perché quando Haftar verrà qui, mi ucciderà al 100%.
-Perché?
-Gheddafi uccideva chiunque non gli piacesse.
-Ma non puoi dire che non ci sono terroristi a Tripoli, perché ero li lo scorso novembre, sono venuta ogni 3 mesi, ed io che sono solo una giornalista posso dirti che ci sono dei terroristi.
-Tu li hai visti?
-Certo. Chi ha fatto l’attacco terroristico al Ministero degli Esteri? Io o tu?
-Cosa?
-Quando c’è stato l’attacco terroristico alla National Oil Corporation (NOC)? Chi lo ha fatto?
-Non ho capito…
-Scusami, tu hai detto che non ci sono terroristi, che non c’è Daesh a Tripoli.
-Si non c’è Daesh, non c’è Daesh
-Così ti sto chiedendo chi ha compiuto gli ultimi 3 attacchi terroristici in Tripoli?
-Nel Ministero degli Esteri?
-Al Ministero degli Affari Esteri, alla National Oil Corporation, all’Alta Commissione Elettorale Nazionale…
-Loro non sono venuti da Tripoli, gli attentatori venivano da un’altra città.
-Da quale città?
-Guarda è Haftar a fare propaganda, a convincere il mondo che a Tripoli ci sono i terroristi. Io penso questo. Ci sono molte cose belle a Tripoli, le ho viste con i miei occhi…
-Ma anche io amo Tripoli, questo non significa nulla. Voglio chiederti qualcos’altro: sei mai andato a Bengasi?
-Non ho visitato Bengasi da quando avevo 1 anno.
-Così come puoi dire che Tripoli è meglio? Forse la situazione a Bengasi è buona…
-Non odio Bengasi, solamente non l’ho visitata e forse ci sono terroristi a Bengasi
-Anche a Milano ci saranno dei terroristi, chi può dirlo?
-Si non c’è nessun posto al mondo come un paradiso…ma è questa una ragione per venire con il suo esercito, non esercito perché non è un vero esercito, sono milizie. Non possiamo dire che Haftar è comandante e ha un esercito…e Grazie a Dio ci sono i media, oggi tutti abbiamo un telefono
-E si può mostrare la verità…
-Puoi vedere cosa sta accadendo. Puoi vedere come vengono trattati i suoi uomini. Il nostro problema è con Haftar, non accettiamo di farci comandare o gestire da lui. Gheddafi era meglio di Haftar, allora perché abbiamo combattuto Gheddafi? Gheddafi era meglio di Haftar, questo è il problema!
-Certamente, ma le persone ora sono stanche perché non c’è sicurezza. Cosa pensi delle milizie a Tripoli, o non ci sono neanche le milizie a Tripoli?
-Ci sono, ci sono. Non posso mentire così. Ci sono milizie e ci sono persone a cui non piacciono le milizie e non vogliono nessun altro. Le milizie non uccidono le persone come fanno gli uomini di Haftar…
-Non uccidono così, ma cosa è accaduto il 27 agosto 2018? Ti ricordi? Dimmi, cosa è successo?
-Haftar, Haftar, Haftar ha ucciso…
-No no, non era Haftar
-Cosa è successo? Le milizie hanno combattuto l’esercito di Haftar e difeso la capitale…
-No, non è così…
-Te l’ho detto ci sono le milizie a Tripoli.
-Ok, allora voglio sapere da te quale potrebbe essere la soluzione secondo te?
-Negli ultimi due anni tutto sta cambiando, piano piano le milizie sono state eliminate ed inglobate nelle agenzie di sicurezza del Ministero dell’Interno, ci vuole tempo…
-L’ultima domanda, qual è secondo te la differenza tra un esercito e le milizie?
-Che con le milizie noi siamo liberi di dire ciò che vogliamo, anche se sono milizie…
-No, no scusami. Non intendevo tra l’esercito di Haftar e le milizie di Tripoli. Intendevo tra un sistema militare e le milizie…
-Preferisco un sistema militare…
-Quali sono le differenze secondo te?
Altro ufficiale: attento a cosa dici…
-La formazione (sospiro)
-Intendo: qual è la differenza tra voi e una milizia?
Altro ufficiale: tra chi?
-Tra voi e una milizia
Tra me e una milizia, perché io sono un ufficiale di polizia e loro sono milizie
-Scusate so che non va bene, ma posso fumare una sigaretta?
-Certo fuma, fuma.
Qualcuno entra saluta…
-Buongiorno.


-Dunque, qual è la differenza tra voi e una milizia? Non mi hai risposto…
-Non so rispondere…
-Provaci.
-Mia cara questo Paese è un gran problema. Ho combattuto Gheddafi nel 2011, ma mi sono arruolato nella polizia dall’inizio e le milizie ora sono poche, la maggior parte si sono unite al Ministero dell’Interno e piano piano verrano formate e saranno delle forze di sicurezza. Ma le forze di Haftar uccidono e basta. Per esempio se ora venissimo catturati dagli uomini di Haftar, lui ci prenderebbe e ci ucciderebbe. Abbiamo un amico che è stato catturato…
-Dove?
-Ad Azizia. Le milizie di Haftar lo hanno preso e lo hanno bruciato.
-Hai delle prove?
Sì, le abbiamo, foto e video, delle milizie di Haftar che uccidono chiunque. L’esercito non esiste più dal 2011, non c’è un esercito. Prima mi hai chiesto qual è la differenza tra le milizie a Tripoli e l’esercito di Haftar… Haftar non ha un esercito, ha delle milizie.
-Ma…
Altro ufficiale: abbiamo una notizia esclusiva per te. Questo ragazzo che era stato catturato ieri, il comandante ha deciso di liberarlo e lasciarlo andare. Se vuoi scrivere di questa situazione, come vuoi…
-Certo…
-Il comandante ha detto che ora però devi andare…
-Ok, vado. Posso farti una foto?
-Nessun problema.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: