LNA motiva i raid aerei su Qaradabia vicino Sirte

Il comando generale dell’esercito nazionale libico (LNA) ha spiegato in una dichiarazione il targeting della base aerea di Qaradabia nella regione di Sirte, mercoledì mattina. L’LNA, sotto il comando del feldmaresciallo Khalifa Haftar, ha evidenziato che l’obiettivo dei bombardamenti sono stati una sala operativa militare, utilizzata per controllare i droni, ed alcuni siti che vengono utilizzati per parcheggiare e nascondere droni e i loro accessori, dalle antenne ai mezzi di comando remoto.

Come già chiarito in altre occasioni, il comando generale dell’esercito libico ha sottolineato che tutti gli obiettivi dell’aviazione sono stati controllati più volte dall’intelligence militare e dalle unità di ricognizione terrestre e aerea prima di essere presi di mira, affermando che i jet dell’areonautica militare libica sono stati in grado di neutralizzare la minaccia e sono pronti a colpire nuovamente in qualsiasi momento. Il comando generale ha ribadito infine che l’obiettivo delle operazioni militari è “distruggere le capacità e i mezzi delle milizie terroristiche e criminali”.

Intanto proseguono vivaci scontri a sud della capitale Tripoli, dove sebbene i fronti si siano ridotti, la battaglia resta feroce. Fonti locali hanno confermato l’arrivo di rinforzi per le truppe dell’LNA nelle ultime 48 ore.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: