Impossibile entrare in Libia senza un visto del Governo di Tripoli

Di Ali Ahmed.

L’Autorità per l’aviazione civile del Ministero delle Comunicazioni e dei Trasporti del Governo libico di Accordo Nazionale (GNA), in una comunicazione firmata dal direttore Tayyar Nasreddine Shaeb Al-Ain, ha chiesto alle compagnie aeree operanti in Libia di non far salire a bordo nessuna persona non libica dagli aeroporti tunisini se non in possesso di un visto regolarmente rilasciato dal Dipartimento passaporti, nazionalità e affari esteri di Tripoli.

Nasruddin Shaab al-Ain ha sottolineato inoltre che è necessario accertarsi che le ambasciate libiche che abbiano rilasciato il visto siano accreditate al Ministero degli Affari Esteri del GNA, secondo l’ultimo aggiornamento dello scorso 5 novembre. L’autorità ha fatto riferimento nella sua circolare ad un documento dell’11 novembre rilasciato dal capo del dipartimento passaporti, nazionalità e affari esteri, con cui veniva ricordato alle compagnie aeree di non ammettere a bordo dei voli diretti in Libia nessuno straniero a meno che non avesse ottenuto un visto. Precedentemente, il 10 novembre 2019, era stato il Ministero dei Trasporti ad avvertire le autorità aeroportuali.

Nello stesso contesto, l’autorità per i trasporti e le comunicazioni del Governo ad interim, con base nell’est del Paese, ha obbligato oggi le compagnie aeree operanti i voli dagli aeroporti di Misurata e Mitiga a Tripoli e diretti in Giordania, Arabia Saudita, Egitto e Sudan a fare scalo all’aeroporto di Benina a Bengasi per completare le procedure di sicurezza e doganali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: