Giovani di Sabha a lavoro per la loro città

Di Vanessa Tomassini.

Prosegue la campagna di volontariato per riportare decoro alla città di Sabha, nell’estremo sud della Libia. Giovani di diverse componenti sociali hanno unito le loro forze per ripulire le strade, ripristinare l’illuminazione pubblica e ridipingere le mura, ridando colore e speranza.

Stanchi di aspettare le istituzioni, i volontari, senza il supporto di alcuna entità internazionale, armati di attrezzi e buona volontà, hanno deciso di prendersi cura dei propri quartieri partendo da Mahdia, di cui vi avevamo parlato l’anno scorso per il problema delle acque reflue, che sembra essere stato risolto dai project managers di UNDP in collaborazione con i partner locali. Iniziative di auto-volontariato sono già state intraprese in altri centri del sud della Libia, come ad Awbari, ma anche a Tripoli e Bengasi.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: