Pashagha a Lione per migliorare le relazioni con INTERPOL

Di Ali Ahmed.

Il ministro dell’Interno del Governo di Accordo Nazionale, Fathi Bashagha, ha visitato giovedì il quartier generale dell’Organizzazione internazionale della polizia criminale (INTERPOL) a Lione, in Francia, su invito del suo segretario generale Jurgen Stock.

Durante la visita ufficiale sono state affrontate diverse questioni securitarie di interesse comune per la Libia e la comunità internazionale, tra cui la lotta alla micro e macro criminalità, il controllo di valichi, porti, areoporti e delle frontiere, nonchè il miglioramento della cooperazione in materia di contrasto al terrorismo. Il ministro dell’Interno libico del Governo di Accordo Nazionale, riconosciuto dalla comunità internazionale, ha avuto modo di conoscere meglio il modus operandi della polizia criminale e le ultime novità tecnologiche usate da Interpol.

Interpol ha rinnovato la sua disponibilità a fornire assistenza e formazione al personale del ministero dell’Interno di Tripoli, con il quale collabora nello scambio di informazioni e nelle operazioni di sicurezza a livello internazionale. Secondo una nota rilasciata venerdì dal ministro Pashagha, INTERPOL è pronto a fornire alle autorità libiche nuove tecnologie, tra cui quella barometrica, per i dipartimenti passaporto, nazionalità e identità.

Media arabi hanno riferito nei giorni scorsi che il Governo di Accordo Nazionale avrebbe fornito inoltre una lista di 56 nomi di potenziali terroristi e ricercati internazionali per partecipare attivamente alla loro cattura. Tra questi spicca il nome del figlio preferito del rais, Saif al-Islam Gheddafi; dell’ex capo dell’Agenzia di Sicurezza interna, Tuhami Khalwed; nonchè quello del terrorista Abdul Basit Azzouz.

Gli avversari del Governo di Tripoli considerano tale mossa un modo per prendere le distanze dalla presenza di terroristi e criminali tra le file dei propri combattenti, tuttavia va ricordato che la collaborazione tra Interpol ed il Ministero dell’Interno libico prosegue da anni con un ufficio operativo nella capitale e la formazione di ufficiali sul territorio della Libia e nelle sedi estere.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: