Referendum. Aguila Saleh: “se il Governo di Serraj non ce la fa, c’è quello ad interim”

Aguila Saleh Issa, presidente della Camera dei Rappresentanti, il parlamento libico con sede a Tobruk ha affermato che il Consiglio ha fatto tutto quanto necessario per fornire una costituzione e una legge che permetta ai libici di andare al voto. Malgrado il parlamento libico abbia emesso il progetto costituzionale questo è ancora in attesa di essere giudicato dai libici attraverso il referendum. Aguila Saleh ha avvertito Serraj, a capo del Consiglio Presidenziale, che se il Governo di Accordo Nazionale non è in grado di finanziare il referendum costituzionale, la questione verrà indirizzata al Governo ad Interim, con base ad al-Beida. Il ministro degli Esteri provvisorio, Abdul Hadi Al-Huwaji, commentando le dichiarazioni di Aguila Saleh, ha confermato che il Governo ad Interim gode del riconoscimento locale, legale e popolare per procedere con i lavori.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: