L’ospedale Atia Kaseh in Al-Kufra è di nuovo operativo

Tripoli, 29 gennaio 2019 – Nell’ambito del progetto “Rafforzamento delle capacità locali per la resilienza e la ripresa” finanziato dall’Unione europea (UE), il Ministero della governance locale e il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) hanno consegnato al Comune di Al-Kufra l’ospedale generale Atia Kaseh completamente rinnovato. Il centro medico è stato danneggiato dai vari conflitti che la città ha visto negli ultimi anni. D’ora in poi circa 500 persone avranno accesso giornaliero a servizi pediatrici, ginecologici, chirurgici e di emergenza nell’ospedale riabilitato. Il centro conta ora anche con due sale operatorie e una unità di terapia intensiva (ICU). Durante la cerimonia il sindaco della Municipalità di Al-Kufra, Abdulrahman Agoob, ha dichiarato che “L’ospedale fornirà assistenza sanitaria di qualità ai residenti di alKufra e delle città vicine”. L’ospedale è considerato il più grande e antico centro medico nella regione sud-orientale. Serve più di 80.000 persone a Kufra e nelle città vicine, come Tazerbu e Rabiana. “Dopo cinque mesi di duro lavoro, il sogno è diventato realtà. Ora l’ospedale sarà operativo 24 ore al giorno per fornire assistenza sanitaria di migliore qualità ai nostri cittadini. Dal 2005 non ha assistito a nessuna manutenzione “, ha aggiunto il direttore dell’ospedale generale, Ahmed Bumatary. A dicembre 2017, il progetto ha fornito all’ospedale due ambulanze per unità di terapia intensiva. Le macchine trasportano già 20 pazienti ogni mese. Altre azioni intraprese dal progetto in Al-Kufra includono la riabilitazione della Clinica della Libia, la clinica Al Mukhtar e la filiale di Kufra dell’Università di Bengasi. Si ricorderà che il progetto finanziato dall’UE è attuato in coordinamento con il Ministero della governance locale a Tripoli, Sabratha, Sebha, Murzuq, Kufra e Benghazi. La Repubblica di Corea contribuisce anche a migliorare l’erogazione dei servizi in Ajdabiya, nella Libia orientale. Sostiene azioni locali di pace e promuove il dialogo tra comunità diverse, mentre al momento sta lavorando a 33 iniziative per il ripristino di infrastrutture critiche e fornitura di attrezzature.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: