Di Vanessa Tomassini.

Il Sindacato dei lavoratori del settore petrolifero libico ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che la National Oil Corporation di Tripoli è l’unico responsabile del settore Oil & Gas e che la decisione dovrebbe spettare ai Governi, e non all’esercito.  “Apprezziamo gli sforzi dell’esercito libico per liberare al-Sidra, ma gli impianti NOC dovrebbero essere sotto l’autorità di Mustafà Sanallah”, ha affermato un dipendente di Ras Lanuf.

La dichiarazione arriva dopo l’annuncio del portavoce del Libyan National Army, Ahmed al-Mismari, riguardo all’ordine del Generale Khalifa Haftar che la mezzaluna petrolifera e i giacimenti petroliferi, liberati dalle milizie di Ibrahim Jadran la scorsa settimana, vengano consegnati alla NOC di Bengasi, sotto la responsabilità del primo ministro del governo di Tobruk, Abdullah al-Thani.

Gli esperti e i mercati guardano con attenzione a quanto sta accadendo, in quanto un tale cambiamento potrebbe cambiare il processo di esportazione, mentre non è chiaro se il passaggio da un Governo all’altro comporterebbe anche uno svincolo dalla Libyan Central Bank di Tripoli.

 

36222856_187812788550634_1895704650699505664_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...