Commissione Europea, missione Irini in Libia ora operativa

Mercoledì rispondendo alle domande dei giornalisti, il portavoce della Commissione Europea per gli Affari Esteri, Peter Stano, ha confermato che la fase iniziale della generazione delle forze che comporranno l’assetto dell’operazione aero-navale europea Irini, per garantire il rispetto dell’embargo sulle armi verso la Libia, si è conclusa ieri con la Generation Forces Conference.

“Nonostante il contesto relativamente difficile, con brevi timelines e le limitazioni generali dovute alla crisi del coronavirus, e le procedure interne degli Stati membri – ha dichiarato Steno – una vasta maggioranza degli Stati europei sono stati in grado di impegnarsi a provvedere personale e assetti militari per l’operazione Irini. Questo significa che la fase iniziale è terminata”.

Sebbene ci sia ancora molto da fare in termini di assetto militare e risorse, l’operazione EUNAVFORMED Irini può ora essere operativa. Ha sottolineato il portavoce, invitando i giornalisti a contattare il quartier generale di EUNAVFORMED IRINI in Roma per maggiori dettagli sulla missione. “Per il momento – ha dichiarato – gli Stati membri hanno garantito 3 assetti navali e 3 assetti aerei. A questi si aggiungeranno altri 3 assetti navali e 3 assetti aerei complementari in cosiddetto supporto associato. Supporto associato significa che sarà temporaneo e che parteciperà alla Missione solo in periodi di tempo specifici”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: