La Turchia continua ad inviare navi fantasma cariche di armi in Libia

Nonostante il nuovo coronavirus, COVID-19, stia mettendo in ginocchio la Turchia, il presidente turco e capo del movimento terroristico dei Fratelli Musulmani, Recep Tayyip Erdogan, continua la sua folle impresa in Libia. Nei giorni scorsi la BBC ha pubblicato un nuovo video contenente immagini satellitari ed altre evidenze dell’invio in Libia da parte della Turchia di navi cariche di armi, munizioni e mezzi blindati, in una palese violazione dell’embargo previsto dalle risoluzioni delle Nazioni Unite. La BBC, grazie ai filmati ottenuti dalla squadra investigativa e dalle autorità italiane, ha dimostrato che una nave che trasportava veicoli da combattimento corazzati, cannoni semoventi e sistemi di difesa antiaerea – oggi istallati a Tripoli e Misurata – è salpata dal porto turco di Mersin in direzione della Tunisia, quindi scomparve dai sistemi di localizzazione per dirigersi a Tripoli il 27 gennaio.

Continua su “Strumenti Politici” per leggere l’articolo completo.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: