I colloqui politici procedono a Ginevra

I colloqui politici tra le parti libiche procedono a Ginevra anche in assenza dei membri della Camera e dell’Alto Consiglio di Stato che si uniranno in seguito. “Il dialogo politico libico proseguirà, come precedentemente programmato, il 26 febbraio. Molti partecipanti sono già arrivati ​​a Ginevra e speriamo che tutti gli invitati seguano l’esempio ” . Ha commentato il portavoce della Missione di Sostegno delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL), Jean Alam.

La Camera dei Rappresentanti, il Parlamento libico con base a Tobruk, aveva precedentemente sospeso la sua partecipazione alla pista politica del dialogo di Ginevra, accusando UNSMIL di interferire nella scelta dei funzionari che partecipano al dialogo. Sabato scorso, anche l’Alto Consiglio di Stato, con base a Tripoli, ha deciso all’unanimità di non partecipare fino a quando non sarebbero stati raggiunti progressi sulla pista militare e l’impegno per l’accordo politico.

Nel tentativo di procedere senza ulteriori ritardi, la Missione ha deciso di procedere anche senza di loro, i quali hanno fatto subito sapere di unirsi agli incontri tra oggi e domani. I colloqui militari hanno raggiunto un progetto di cessate il fuoco permanente che, se approvato dai leader di entrambe le parti, verrà ridiscusso ed approfondito a Ginevra il mese prossimo.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: