Visita dell’ambasciata degli Stati Uniti a Benina in Libia

Oggi, il Vice Capo Missione dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Libia, Joshua Harris, si è recato a Benina, in Libia, per consultazioni con una serie di figure libiche sugli sforzi per porre fine ai combattimenti intorno a Tripoli e cercare giustizia per le vittime statunitensi dell’attacco dell’11 settembre 2012 contro strutture diplomatiche statunitensi a Bengasi. Questa è stata la prima visita di questo tipo a Benina da quando gli Stati Uniti hanno sospeso le operazioni diplomatiche in Libia nel 2014.

Nei suoi incontri, il Vice-Capo Missione Harris ha sottolineato le opinioni degli Stati Uniti in merito all’urgente necessità che i partiti libici riducano i combattimenti a Tripoli e lavorino attraverso il processo politico mediato dalle Nazioni Unite per raggiungere i loro obiettivi. Gli Stati Uniti sono preoccupati per le vittime civili e invita tutte le parti a raddoppiare gli sforzi per salvaguardare la vita e le infrastrutture dei civili.

Gli Stati Uniti sostengono gli sforzi della Libia per promuovere la stabilità del settore energetico della Libia e far avanzare le riforme che promuovono la trasparenza nell’allocazione delle risorse naturali della Libia a beneficio e prosperità di tutti i libici. Non riposeremo nei nostri sforzi per trovare e consegnare alla giustizia gli autori degli attacchi contro il personale americano a Bengasi, nello spirito del partenariato USA-Libia per sconfiggere il terrorismo.

L’ambasciata americana invita i leader politici, economici e di sicurezza libici a porre fine alle ostilità attuali, a sostenere una risoluzione politica al conflitto e a creare le condizioni per un rapporto sempre più forte tra Stati Uniti e Libia.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: