Quattro bambini di Bengasi trasferiti dalla Libia in Italia per essere curati al Bambin Gesù

Su iniziativa della Vice Ministra agli Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, e grazie alla collaborazione tra Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Ministero della Difesa, un primo gruppo di quattro pazienti pediatrici libici gravemente affetti da patologie ematologiche non curabili presso le strutture sanitarie locali, sono stati trasferiti dalla Libia all’Italia.

I minori, accompagnati dalle loro famiglie, sono stati trasportati da un C130 dell’Aeronautica militare da Bengasi all’Aeroporto di Roma Ciampino. Ad aspettarli presso lo scalo militare hanno trovato la Vice Ministra Del Re e il Sottosegretario alla Difesa Calvisi. Dopo l’atterraggio, i piccoli pazienti sono stati prontamente trasferiti presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, dove riceveranno trattamenti sanitari specialistici.

L’iniziativa umanitaria – si legge in un comunicato della Farnesina – realizzata in raccordo con il Ministero della Difesa, l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, l’Ambasciata d’Italia a Tripoli e l’Ospedale romano, si inserisce nel quadro del fermo impegno del Governo italiano a sostegno di una stabilizzazione durevole e sostenibile della Libia e delle numerose attività di assistenza umanitaria che l’Italia mette in campo a favore del popolo libico, in tutte le aree del Paese, con l’obiettivo di alleviarne le sofferenze e migliorarne le condizioni di vita.

Va ricordato che l’Italia è già presente in Libia con l’operazione Ippocrate, un ospedale da campo, creato per curare i militari libici durante la guerra contro Daesh a Misurata nel 2015 e che oggi continua a fornire cure e assistenza al popolo libico.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: