Grande attesa per la Conferenza nazionale

Di Vanessa Tomassini.

Contraddizioni e false informazioni si rincorrono sui media internazionali circa la Conferenza Nazionale libica. Agenzie di stampa italiane, citando quelle tunisine, hanno ipotizzato che l’evento potrebbe essere ospitato dalla città di Ghadames, al confine con l’Algeria, mentre ben informati vedrebbero più probabile la candidatura di Bani Walid, o Sirte, al centro di recenti movimenti militari. E’ mistero anche sulle date. Se il premier italiano Giuseppe Conte si è lasciato sfuggire un timido “fine mese”, la Missione di Sostegno delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL) resta vaga e preferisce la formula “quando le condizioni di sicurezza lo consentiranno”. Sarebbero proprio le preoccupazioni per la precaria situazione securitaria a non permettere di sapere di più sull’evento che segnerà, in positivo si spera, il futuro del popolo libico. Ad ogni modo, bisognerà attendere ancora davvero pochissimo, maggiori dettagli sulla location e il programma della Conferenza dovrebbero venir rivelati già questa domenica. Mercoledì l’incaricata per gli Affari politici della Missione di Supporto delle Nazioni Unite (UNSMIL), Stephanie Williams, ha incontrato il sindaco e i dignitari della città settentrionale di Nalut, in particolare, le componenti Amazigh provenienti da Yefren, Kabaw, Jadu, Wazin ed altri villaggi, sottolineando il carattere globale dell’iniziativa.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: