Il premier Giuseppe Conte: “Non abbiamo pretese egemoniche o mire espansionistiche in Libia”

Il premier italiano Giuseppe Conte ha tenuto una conferenza stampa di mezza estate in cui ha affrontato diversi temi. Per quanto riguarda la Libia, il primo ministro ha spiegato che l’Italia attribuisce al Paese nordafricano “un rilievo strategico per questioni storiche, politiche e vicinanza” . Conte ha aggiunto che, sebbene l’Italia abbia questo interesse primario, non ha mai manifestato “pretese egemoniche o mire espansionistiche” ed ha garantito “agli altri partner e a tutti gli stakeholders, interessati dal Mediterraneo, una funzione di equilibrio”.

Parlando ai giornalisti, il premier Conte ha anche affrontato la questione dell’immigrazione, ribadendo che “il fatto di aver preso di petto questo tema, nasce dalla responsabilità di questo governo”, sottolineando che l’Italia è riuscita ad ottenere un pieno convoilgimento europeo anche in sede attuativa, nonchè ad evitare che “il Mediterraneo divenisse il cimitero dei migranti senza nome”. Le dichiarazioni del premier dovrebbero riuscire a spazzar via le preoccupazioni suscitate da altri diplomatici italiani, forse fraintesi, che avevano riacceso nei libici la paura del colonialismo.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: