All’alba di sabato 7 luglio 2018, il sito industriale della società River “Tazirbu” è stata attaccata da gruppi armati, uccidendo 2 persone: l’ingegnere Hesham Mahmoud Hashim ed il responsabile della protezione dell’impianto, Hussein Ibrahim al-Zwei. Questi gruppi terroristici armati hanno anche rapito due membri del battaglione di protezione del fiume, Fayez Bukhdejeh e Naji al-Ibrash, oltre a saccheggiare e rubare tutte le auto e le forniture sul luogo.

L’ingegnere rimasto ucciso nell’attacco armato in una foto con la sua piccola figlia. La comunità si è stretta intorno alla famiglia, definisce “martiri” le vittime del terrorismo.

In una dichiarazione rilasciata poche ore fa, la compagnia che si occupa dell’implementazione e gestione del progetto del “fiume artificiale” ha incaricato le autorità competenti di fornire la sicurezza necessaria per garantire il flusso continuo di approvvigionamento idrico e ha avvertito che la mancanza di sicurezza porterà alla sospensione completa delle operazioni e della manutenzione dei sistemi della Industrial River Company, oltre a minacciare la sicurezza nazionale dello Stato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...