Sabato sera, il Governo di Accordo Nazionale ha annunciato sui suoi canali il rilascio dei tre tecnici turchi della società Inca, che si stavano occupando del progetto dell’impianto gas Opari per la produzione di elettricità. I tre tecnici erano stati rapiti lo scorso novembre e al momento non sono state rilasciate informazioni sull’identità dei sequestratori. In tarda serata, i tecnici turchi hanno lasciato l’aeroporto di Ubari diretti a Tripoli  dove sono stati accolti all’aeroporto dal ministro degli Esteri, Mohamed Eltaher Siala, dal sottosegretario al ministero, Lutfi El Maghraby e dall’ambasciatore turco in Libia, Ahmed Dogan.

36049465_1722463037873795_2448647377565777920_n
L’arrivo dei tecnici Turchi all’areoporto di Tripoli, foto GNA media office

Osman Yachin, Toro Jan Cabo Bal e Saltsch Karn, hanno trascorso quasi sette mesi con i loro rapitori, mentre l’ambasciatore turco e il Governo di Ankara seguivano la vicenda con le autorità libiche. Il progetto sul quale i tecnici erano impegnati dovrebbe contribuire a migliorare la fornitura di elettricità  in tutta la Libia. Dopo Tripoli, i tre malcapitati apparsi sorridenti nelle foto, hanno fatto ritorno nel loro Paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...