Stabilization Facility for Libya offre due congelatori mortuari a Sebha

Sebha, 5 giugno 2018 – Oggi la Stabilization Facility for Libya (SFL) ha consegnato due celle frigorifere al comune di Sebha. Le autorità locali installeranno il congelatore al Sebha Medical Center per aumentare la capacità dell’ospedale di far fronte al suo volume tragicamente alto di cadaveri. L’apparecchiatura fa parte di un elenco di progetti prioritari identificati dal comune per raggiungere la stabilità locale. Durante la cerimonia di consegna, che ha avuto luogo presso il Sebha Medical Center, il sindaco, Hamid Al-Khayali, ha dichiarato: “A nome del popolo di Sebha, vorrei ringraziare tutti coloro che sono coinvolti nel Fondo di stabilizzazione per la Libia per aver sostenuto il Centro medico Sebha, che ha sofferto per molti anni della mancanza di attrezzature. Vorrei inoltre ringraziare lo strumento per la sua continua risposta ai bisogni dei residenti di Sebha “.

1

Da parte sua, il capo dell’obitorio al Sebha Medical Center, il signor Hassan Zarrouk ha dichiarato: “Le attrezzature ricevute oggi ci aiuteranno a risolvere uno dei più grandi problemi quotidiani al Sebha Medical Center: l’accumulo di cadaveri all’obitorio senza spazio sufficiente per conservarli, anzi, il Centro di stabilizzazione per la Libia ha fornito un grande dono al Centro medico oggi.”

Lo strumento, guidato dal governo dell’Accordo nazionale (GNA) e attuato dal Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP), con il sostegno della comunità internazionale, mira ad aiutare le autorità locali a migliorare l’erogazione dei servizi. Ha già intrapreso oltre 280 progetti, riabilitando strutture governative vitali e fornendo attrezzature per servizi pubblici a Bengasi, Kikla, Sirt, Sebha, Ubari, Bani Walid e Tripoli. A Sebha, l’SFL ha anche riabilitato il reparto di sterilizzazione del Sebha Medical Center, e presto fornirà un inceneritore di rifiuti sanitari. Ha riabilitato due laboratori inglesi all’Università di Sebha, il più grande della Libia meridionale, e porte e finestre fisse delle altre tre aule. Lo strumento collega tali progetti infrastrutturali alle attività locali di costruzione della pace e di riduzione dei conflitti in ogni area in cui opera.

A maggio, gli scontri si sono intensificati nuovamente a Sebha. Secondo le relazioni dell’ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA), la città sta affrontando una carenza di personale medico e forniture mediche essenziali. Restrizioni lungo le strade principali di Sebha impediscono il movimento di persone e merci tra Sebha e altre località del Sud. L’attrezzatura consegnata dall’UNDP oggi aiuterà il centro sanitario a immagazzinare cadaveri umani in attesa di identificazione o di sepoltura rispettosa e cremazione.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: