A cura di Vanessa Tomassini.

Non bastavano gli scontri tra bande, i traffici e le rivalità tribali, ad esasperare le sofferenze dei cittadini di Mahdia, quartiere di Sabha nel Fezzan, è un problema del sistema fognario che rischia di diventare una vera e propria emergenza sanitaria. In questi giorni il quartiere è stato letteralmente inondato da liquame, restituito dalle fogne. Al di là degli odori sgradevoli, i residenti sono stati costretti a chiuderele porte delle proprie case e dei propri negozi, anche alcune strade sono state interrotte causando disagi alla viabilità. Ce lo racconta il capo del quartiere di Mahalla, rappresentante di Mahdia al consiglio comunale di Sabha, Ali Ahmed Algaidi.

Quello che sta accadendo nella mia regione è una catastrofe umanitaria in tutti i sensi. Tuttavia, l’acqua contaminata delle acque reflue si è diffusa nelle strade residenziali dell’area sotto la mia amministrazione a causa del crollo della rete fognaria della città che ha bisogno di manutenzione e riparazioni da oltre un anno.

33704724_2027190384266950_7555727224700141568_n-Quindi da quanto tempo va avanti questo problema?

“Da più di un anno abbiamo questo problema”.

-Cosa avete fatto fino ad oggi per cercare di risolverlo?

Abbiamo contattato in particolare le parti interessate, come la compagnia che fornisce acqua e servizi igienico-sanitari ed il consiglio comunale della città, ma nelle circostanze in cui versa il paese, non sono stati in grado di fornire quanto necessario per risolvere questo problema“.

-Ci sono altri problemi nel suo quartiere?

“Ci sono molti problemi, in particolare il caos della sicurezza e le sue ripercussioni negative sulla vita dei cittadini, ma ora è necessario trovare una soluzione al problema dei servizi igienico-sanitari, che è grave sia per quanto  riguarda l’inquinamento ambientale ma soprattutto  dannoso per la vita umana”.

33617045_1687905131327015_4835504181630468096_n

-È un problema di costi?

“Si, la verità per noi è costoso a causa dei prezzi elevati e conoscete i prezzi delle valute forti in Libia.  Tutto ciò di cui abbiamo bisogno per risolvere questo problema non è disponibile nel nostro Paese”.

-Di cosa avete bisogno esattamente?

“Abbiamo bisogno di alcuni ricambi per risolvere questo problema: pompe elettriche da 70 HP ed un generatore”.

-Qualcuno deve aiutarvi. Vuole fare un appello?

“Spero che le organizzazioni internazionali per i diritti umani abbiano la possibilità di fornire pompe per estrarre liquami e pomparli fuori dalla città. Saremmo grati se qualcuno provveda a fornire pompe da 70 HP”.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...