Ministro degli Esteri russo riconosce l’impatto negativo della NATO in Libia

Di Ali Ahmed.

Il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov, durante il suo intervento ai Med Dialogues, i dialoghi sul Mediterraneo in corso a Roma, ha affermato che “in Libia la Nato ha portato avanti una avventura pericolosa, che ha avuto un impatto negativo sull’economia del Paese. Solo con un dialogo inclusivo e internazionale si potrà risolvere la crisi”.

Lavrov ha espresso apprezzamento per l’iniziativa della cancelliera Angela Merkel che sta organizzando la conferenza di Berlino per dare seguito a quelle di Parigi e Palermo, puntualizzando tuttavia un certo stupore per l’esclusione delle parti libiche e dei Paesi vicini (in particolare Algeria e Tunisia), definendola per questo “un’occasione persa”.

“Spero che in futuro siano fatti passi in avanti con un approccio più inclusivo”. Ha detto il ministro degli Esteri russo, spiegando che la Russia, uno dei pochi Paesi che sostiene la relazione con tutti gli attori del panorama politico libico, starebbe cercando di stimolare il dialogo tra gli attori coinvolti nel fascicolo.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: