Tutti i dettagli dell’incontro tra il presidente dell’Alto Consiglio e l’ambasciatrice francese

Il presidente dell’Alto Consiglio di Stato, Khaled al-Meshri, ha incontrato domenica a Tunisi la nuova ambasciatrice di Francia in Libia, Beatrice Le Fraper Du Hellen, e la sua delegazione di accompagnamento. L’incontro è avvenuto nella capitale tunisina per via della situazione a Tripoli, dove le violazioni del cessate il fuoco la scorsa settimana ha portato alla chiusura del Mitiga International Airport.

Il Presidente dell’Alto Consiglio di Stato ha sottolineato che l’incontro con l’Ambasciatrice cade proprio il 16 settembre, la data stabilita dalle parti a Parigi in cui la Camera dei Rappresentati avrebbe dovuto consegnare una legge elettorale per il Paese, sfortunatamente il parlamento di Tobruk ha fallito in questa sfida, facendo decadere completamente la Dichiarazione di Consenso raggiunta lo scorso 29 maggio. Meshri ha ribadito alla diplomatica dell’Eliseo che oggi è ancora più necessario “sciogliere lo stallo politico che strangola la Libia”.

L’ambasciatrice ha chiesto informazioni sulle riforme economiche. Il presidente ha spiegato l’importanza del programma di riforma e l’impatto previsto per migliorare le condizioni di vita dei cittadini ed alleviare la crisi. Ha inoltre illustrato gli sforzi compiuti dal Consiglio nella realizzazione di questo fascicolo e il ruolo svolto da mediatore tra le parti interessate fino all’adozione da parte del Consiglio Presidenziale del Governo di Accordo Nazionale il 12 settembre. Durante l’incontro è stata anche discussa la situazione della sicurezza a Tripoli. Meshri ha sottolineato il pericolo di una nuova guerra in Libia, sottolineando la necessità di risolvere tutti i conflitti attraverso il dialogo e la necessità di attuare le disposizioni di sicurezza contenute nell’accordo politico.

41903751_326344154590755_2160488306461114368_n

 

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: