Serraj rimuove Maeteeq dalla Libyan Post Telecommunications & Information Technology Company

Di Ali Ahmed.

Una dote che va sicuramente riconosciuta al presidente del Consiglio del Governo di Accordo Nazionale, Fayez al-Serraj, è la lungimiranza e la capacità di mantenere gli equilibri per portare avanti il suo mandato. Dopo le dichiarazioni che hanno palesato delle fratture, probabilmente irrimediabili, all’interno del Consiglio Presidenziale, Serraj ha emesso domenica la decisione 42/2019 con cui rimuove il suo vice Ahmed Maeteeq dalla carica di presidente dell’Assemblea Generale della Libyan Post Telecommunications & Information Technology Company ( LPTIC). Al suo posto, Al-Sarraj ha nominato membri dell’Assemblea il ministro dell’Economia, Ali al-Isawi, ed il Ministro delle Finanze, Faraj Boumtari. Maiteeq era uno dei tre membri del Consiglio presidenziale che hanno firmato una dichiarazione congiunta che accusava Al-Sarraj di prendere decisioni unilaterali che avrebbero portato il Paese al collasso. Se la missiva ha fatto pensare ad una crisi imminente del Governo supportato dalle Nazioni Unite, non va dimenticato che Serraj resta al momento l’unico interlocutore accettabile per il comandante del Libyan National Army, Khalifa Haftar, e la Cirenaica. Un dialogo a cui nessuno, la comunità internazionale in primis, intende rinunciare.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: